Programma
FP7 - Settimo Programma Quadro per la ricerca e lo sviluppo tecnologico
Data inizio
Data fine
Tipologia
Fondi europei
Temi
Ambiente e territorio
Valore economico
13.621.068 €

Realizzazione di un sistema di informazione e navigazione per il trasporto intermodale (calcolo percorsi e info in tempo reale) e di altri strumenti per l’intermodalità per passeggeri e merci.

I punti di mobilità sono sempre più importanti nei centri urbani, in particolare in Europa dove il 75% degli abitanti vive in aree urbane. Queste città si trovano ad affrontare diversi problemi: di accessibilità (migliaia di automobili private entrano ogni giorno in conurbazioni europee, impattando anche sul trasporto pubblico locale); di ambiente e salute (il trasporto urbano genera il 15% del traffico, il 30% delle emissioni di CO2 è dovuto ai trasporti, il 95% di queste emissioni provengono da autovetture e autocarri); di qualità della vita (il 50% dei viaggi in auto copre distanze inferiori a 3 km, con un tasso di occupazione del veicolo prossimo a 1 durante le ore di punta; di gestione dello spazio pubblico (che è limitato e deve essere condiviso tra diversi modi di trasporto e con altri usi).

Il progetto ha coinvolto 24 partner provenienti da otto Stati dell’Unione Europea, legati al mondo della ricerca, dell’IT e del trasporto pubblico, tra cui anche sei amministrazioni cittadine - Torino, Madrid, Birmingham, Wroclaw, Goteborg, Grand Lyon - dove si sono sperimentate le soluzioni realizzate. Il CSI Piemonte ha partecipato insieme ai partner locali Città di Torino, Politecnico di Torino e 5T.

Per l’area metropolitana di Torino OPTICITIES ha portato allo sviluppo di uno strumento di supporto alle decisioni, la Mappa Multimodale dei trasporti, e di due strumenti di informazione per il cittadino, l’applicativo web Carpoling hub e l’app per smartphone TUeTO.

Ciò che ha contraddistinto il percorso di lavoro è l’approccio collaborativo tra soggetti pubblici e privati: il percorso di sperimentazione ha evidenziato infatti l’importanza di infrastrutture hardware e software condivise per raccogliere tutti i dati di mobilità disponibili a livello locale e poterli fornire agli operatori del servizio attraverso un gateway standardizzato. La completezza dei dati relativi alla mobilità urbana geografica e modale permette di aumentare la qualità dei servizi, diversificarne l’offerta, garantire la coerenza tra i servizi al cittadino e le politiche pubbliche della mobilità urbana.

Risultati

Due sono gli strumenti realizzati dal CSI per il progetto. Il primo è la Mappa Multimodale dei trasporti, un sito web in beta rivolto a mobility manager, funzionari pubblici e operatori del settore per aiutarli nella pianificazione del trasporto intermodale in area metropolitana. Sul sito è possibile consultare, condividere e analizzare su mappa informazioni sulle diverse modalità di trasporto: bus, metropolitana, treno, bici, taxi, car sharing e altri dati territoriali. I dati sul trasporto pubblico locale (TPL) sono pubblicati settimanalmente nel formato open GTFS su www.dati.piemonte.it.

Il secondo è Carpooling hub, un applicativo web che aggrega in tempo reale i dati provenienti da diversi siti di carpooling, facilitando l’incontro tra la domanda e l’offerta di passaggi in auto tra privati. Su www.carpolinghub.eu è così possibile cercare la soluzione di viaggio più adatta, senza dover consultare uno alla volta i siti dei diversi operatori. Sono stati stipulati due accordi con BlaBlaCar e BobSharing. Sono stati realizzati dei widget che le pubbliche amministrazioni possono inserire sul proprio sito istituzionale o su siti dedicati a turismo, trasporti e mobilità sostenibile, e promuovere il carpooling in maniera trasparente e nel rispetto della concorrenza tra fornitori.

È stata inoltre sperimentata l’app TUeTO, un Navigatore Multimodale Urbano che raccoglie le informazioni riguardanti tutti i modi di trasporto dell’area metropolitana di Torino. L’applicazione, realizzata dalla società francese Cityway partner di progetto, calcola i percorsi considerando le condizioni reali di traffico e i cicli semaforici e, di conseguenza, i ritardi che la congestione, i lavori in corso, gli eventi hanno sui tempi di percorrenza dei diversi modi di trasporto. Consente all’utente di essere seguito durante lo spostamento e suggerisce i modi di trasporto e i percorsi per ridurre i tempi di spostamento, ne indica il costo e l’emissione di CO2.