Programma
Ricerca e Sviluppo Interna CSI
Data inizio
Data fine
Tipologia
R&S CSI
Temi
Ambiente e territorio

Il progetto mira a strutturare e arricchire i dati raccolti dall'Osservatorio regionale sugli appalti pubblici (su lavori, servizi e forniture) e i dati monitorati dall'ANAC per la Legge Anticorruzione (190/2012): L’obiettivo è quello di rappresentare queste informazioni in modo efficace e intuitivo, anche tramite infografiche e visualizzazioni, per gli addetti ai lavori e per i cittadini.

Viene realizzato un servizio web in fase di prototipo, utilizzando linked data e altre tecnologie semantiche per la rappresentazione dei dati e vengono approfondite tecniche di discovery e analisi, per un miglior monitoraggio e per una più efficace rilevazione dei fenomeni del territorio. ll progetto si avvale dell’esperienza di CELI Srl.

I dati di partenza sono rappresentati da: dati raccolti dagli Osservatori e ANAC per gli adempimenti e il monitoraggio di esecuzione dei contratti pubblici, dati pubblicati e comunicati all’ANAC per gli adempimenti in materia di trasparenza e anticorruzione. Questi dati saranno collegati (interlinked) ad altri relativi a imprese, pubbliche amministrazioni e a dati statistici, per studiare un modello che possa essere esteso ed eventualmente impiegato a livello nazionale.

Per avere un prototipo completo e pienamente utilizzabile, il progetto coprirà gli aspetti metodologici, tecnologici e comunicativi relativi all'analisi dei dati in questione.

Opportunità

Arricchimento e maggiore accessibilità della reportistica annuale dell'Osservatorio (nuovi incroci di dati, infografiche, visualizzazioni).

Acquisizione di competenze relative ai linked data e tecnologie semantiche (raccomandate dall'AgID per l'esposizione di dati aperti).

Risultati
  • realizzazione di un servizio prototipale per reporting periodico per la rappresentazione live e on line dei dati in materia di appalti pubblici, trasparenza e anticorruzione
  • sperimentazione di nuove metodologie di esplorazione e ricerca, attraverso strumenti di interrogazione con funzionalità del “web semantico”
  • sperimentazione di interoperabilità con altre banche dati, attraverso collegamenti con fonti di dati open e linked
  • valutazioni sul miglioramento della qualità dei dati, anche attraverso la realizzazione di una banca dati terza con applicazione di correttivi, utilizzata come base per le statistiche