Programma
Horizon 2020
Data inizio
Data fine
Tipologia
Fondi europei
Temi
Ambiente e territorio
Valore economico
6.647.777 €

I-REACT è un progetto finanziato dalla Commissione Europea che punta a realizzare una piattaforma a livello europeo in grado di integrare dati utili per la gestione dei rischi naturali (soprattutto alluvioni e incendi boschivi) provenienti da diverse fonti, per permettere in tempo reale a cittadini, operatori di protezione civile e professionisti del settore di prevenire e agire in modo più efficace in caso di disastri naturali.

Sempre più frequentemente, infatti, i cambiamenti climatici di questi ultimi decenni causano eventi metereologici estremi e i sistemi correnti per la gestione del rischio sono ancora limitati nella loro efficacia.

La piattaforma sfrutta e integra tecnologie già oggi a disposizione per raccogliere ed elaborare grandi moli di dati provenienti da fonti diverse: social media, applicazioni mobile, sistemi informativi esistenti, immagini da satellite, foto e video da UAV, dispositivi wearable smart (occhiali e braccialetti), garantendo l’interoperabilità con gli attuali sistemi di gestione delle emergenze. La piattaforma sarà quindi in grado di produrre informazioni in tempo reale soprattutto su alluvioni e incendi, e restituirà in tempi brevissimi le proiezioni di evoluzione del disastro.

Al progetto partecipano venti partner, provenienti da 9 diversi paesi dell’Unione, tra cui il CSI Piemonte, insieme a centri di ricerca, organizzazioni internazionali come l'UNESCO, enti pubblici e piccole e medie imprese che avranno il ruolo di valorizzare dal punto di vista commerciale l'innovazione.

Il Consorzio si occupa in particolare di assicurare la raccolta dei requisiti da parte dei principali stakeholder del progetto, ovvero i gestori delle emergenze dei paesi europei, tra i quali hanno un ruolo fondamentale la Regione Piemonte e l’AIPO. Inoltre ha il compito di sviluppare i moduli che consentiranno l’integrazione di dati provenienti dai sistemi di allerta e monitoraggio europei all’interno della piattaforma I-REACT.

Opportunità

La social media analysis e l’utilizzo di dispositivi mobile e wearable sul campo possono arricchire le soluzioni adottate dagli enti territoriali piemontesi, in particolare quelle della Regione Piemonte e di AIPO – Agenzia Interregionale per il fiume Po, nel campo della Protezione Civile.

I contatti con enti di ricerca avanzati, come l’Istituto Superiore Mario Boella di Torino, la Fondazione Bruno Kessler di Trento e l’Università di Vienna offrono interessanti spunti per far evolvere la gamma di soluzioni che il CSI può offrire in questo campo. Anche i contatti con aziende dinamiche, come la spagnola Answare tech, Joinpad, azienda milanese attiva nel campo della realtà aumentata, e la serba Bit-gear, offrono interessanti sinergie.